Tue, April 04, 2023

“Felice che non ci fossimo dentro” – Horner sollevato di vedere Verstappen evitare il “caos” e ottenere la sua prima vittoria a Melbourne

Il capo della Red Bull, Christian Horner, ha ammesso il suo sollievo dopo che Max Verstappen ha tagliato il traguardo per vincere il Gran Premio d’Australia, influenzato da diversi incidenti, Safety Car e bandiere rosse.

Verstappen è partito dalla pole position e, dopo aver perso la testa della gara ai danni di entrambi i piloti della Mercedes al primo giro, si è ripreso la posizione e ha guadagnato il comando del gruppo.

Tuttavia, una bandiera rossa tardiva causata dallo schianto di Kevin Magnussen ha imposto un restart con soli due giri rimanenti, facendo andare in overdrive i piedi di Horner sul muretto dei box Red Bull.

Verstappen è riuscito a mantenere il suo vantaggio alla partenza, ma ulteriori incidenti – tra cui uno scontro tra Carlos Sainz e Fernando Alonso e una collisione tra le due Alpine – hanno segnalato un’altra sospensione.

“Quando sei il leader, puoi solo perdere da quel punto”, ha detto Horner, quando gli è stato chiesto della partenza finale e della prospettiva che Verstappen dovesse difendere il suo vantaggio in una corsa verso il traguardo.

Il capo della squadra Red Bull, Christian Horner, ha ammesso il suo sollievo dopo che Max Verstappen ha attraversato la linea del traguardo per conquistare la vittoria al Gran Premio d’Australia, caratterizzato da diversi incidenti, Safety Car e bandiere rosse.

Verstappen è partito dalla pole position e, dopo aver perso posizioni nei confronti di entrambi i piloti della Mercedes nel primo giro, si è ritrovato in testa alla gara e si è allontanato dal gruppo.

Tuttavia, una bandiera rossa tardiva causata dallo schianto di Kevin Magnussen ha imposto una ripartenza con soli due giri rimanenti, facendo entrare in azione il caratteristico movimento dei piedi di Horner sul muretto dei box della Red Bull.

Verstappen è riuscito a mantenere il vantaggio alla ripartenza, ma poi sono avvenuti altri incidenti, tra cui uno scontro tra Carlos Sainz e Fernando Alonso e una collisione tra le due Alpine, che hanno causato un’altra interruzione di gara.

“Quando sei in testa, puoi solo perdere da quel punto”, ha detto Horner quando gli è stato chiesto della ripartenza e della prospettiva che Verstappen dovesse difendere il suo vantaggio fino alla fine.

“È stata solo una questione di fare la migliore partenza possibile. Avevamo avuto due partenze abbastanza mediocri nei due tentativi precedenti, ma alla terza, l’ha fatta perfetta e tutto il caos è avvenuto dietro di lui, di cui fortunatamente non siamo stati coinvolti”.

Horner ha poi spiegato che, oltre al rischio di contatto tra le auto, le ripartenze mettono più pressione sui componenti come la frizione e l’albero di trasmissione, aumentando ulteriormente la tensione.

“La partenza è il momento più vulnerabile di qualsiasi Gran Premio, e ne abbiamo fatte tre, quindi c’è sempre quella preoccupazione – non è mai ideale”, ha commentato.

Prima del caos e della corsa finale di un giro sotto la Safety Car, Verstappen si era messo in corsa per la vittoria con una mossa assistita dal DRS su Lewis Hamilton, mentre l’altra Mercedes di George Russell è rimasta indietro per aver fatto il pit-stop poco prima della prima bandiera rossa, subendo poi un guasto tecnico.

Valutando il ritmo della Mercedes e se pensasse che potessero rappresentare una sfida per la Red Bull, Horner ha aggiunto: “Credo che abbiamo ottenuto un vantaggio di 10 secondi e poi lo abbiamo gestito su Lewis. Max ha dovuto superare Lewis.

“Le due Mercedes sono partite velocemente, entrambe molto aggressive al primo giro, con Max che ha mostrato grande pazienza per non rimanere coinvolto, poi hanno cominciato a provare a superarsi a vicenda.

“Poi hanno fatto il pit stop a George, poi è uscita la bandiera rossa e poi è stata una lotta diretta tra Max e Lewis, ed è stato molto facile per lui. Era una questione di controllare la gara da quel momento in poi”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Il capo della Red Bull, Christian Horner, ha ammesso il suo sollievo dopo che Max Verstappen ha tagliato il traguardo per vincere il Gran Premio d’Australia, influenzato da diversi incidenti, Safety Car e bandiere rosse.

I migliori siti di gioco d'azzardo online in Italia

10.0
#1 IN ITALIA
Gioco Digitale
OFFERTA DI BENVENUTO
50 Free Spin Book of Ra + 100% fino a 500€ + 300 Free Spin
9.8
PIÙ POPOLARE
888
OFFERTA DI BENVENUTO
20€ Bonus Gratis + 500€ Bonus Benvenuto
9.7
LIBRO SPORTIVO DELL'ANNO
Bwin
OFFERTA DI BENVENUTO
Bonus 100% fino a 200€
9.7
Eurobet
OFFERTA DI BENVENUTO
300 Free Spin + Bonus 1.315€
9.5
LeoVegas
OFFERTA DI BENVENUTO
225 Free Spin + fino a 1.000€ Bonus
9.4
Betway
OFFERTA DI BENVENUTO
50 Free Spin + 100% fino a 500€ + 200 Free Spin Extra

Tuttavia, una bandiera rossa tardiva causata dallo schianto di Kevin Magnussen ha imposto un restart con soli due giri rimanenti, facendo andare in overdrive i piedi di Horner sul muretto dei box Red Bull.

Verstappen è riuscito a mantenere il suo vantaggio alla partenza, ma ulteriori incidenti – tra cui uno scontro tra Carlos Sainz e Fernando Alonso e una collisione tra le due Alpine – hanno segnalato un’altra sospensione.

“Quando sei il leader, puoi solo perdere da quel punto”, ha detto Horner, quando gli è stato chiesto della partenza finale e della prospettiva che Verstappen dovesse difendere il suo vantaggio in una corsa verso il traguardo.

Il capo della squadra Red Bull, Christian Horner, ha ammesso il suo sollievo dopo che Max Verstappen ha attraversato la linea del traguardo per conquistare la vittoria al Gran Premio d’Australia, caratterizzato da diversi incidenti, Safety Car e bandiere rosse.

Verstappen è partito dalla pole position e, dopo aver perso posizioni nei confronti di entrambi i piloti della Mercedes nel primo giro, si è ritrovato in testa alla gara e si è allontanato dal gruppo.

Tuttavia, una bandiera rossa tardiva causata dallo schianto di Kevin Magnussen ha imposto una ripartenza con soli due giri rimanenti, facendo entrare in azione il caratteristico movimento dei piedi di Horner sul muretto dei box della Red Bull.

Verstappen è riuscito a mantenere il vantaggio alla ripartenza, ma poi sono avvenuti altri incidenti, tra cui uno scontro tra Carlos Sainz e Fernando Alonso e una collisione tra le due Alpine, che hanno causato un’altra interruzione di gara.

“Quando sei in testa, puoi solo perdere da quel punto”, ha detto Horner quando gli è stato chiesto della ripartenza e della prospettiva che Verstappen dovesse difendere il suo vantaggio fino alla fine.

“È stata solo una questione di fare la migliore partenza possibile. Avevamo avuto due partenze abbastanza mediocri nei due tentativi precedenti, ma alla terza, l’ha fatta perfetta e tutto il caos è avvenuto dietro di lui, di cui fortunatamente non siamo stati coinvolti”.

Horner ha poi spiegato che, oltre al rischio di contatto tra le auto, le ripartenze mettono più pressione sui componenti come la frizione e l’albero di trasmissione, aumentando ulteriormente la tensione.

“La partenza è il momento più vulnerabile di qualsiasi Gran Premio, e ne abbiamo fatte tre, quindi c’è sempre quella preoccupazione – non è mai ideale”, ha commentato.

Prima del caos e della corsa finale di un giro sotto la Safety Car, Verstappen si era messo in corsa per la vittoria con una mossa assistita dal DRS su Lewis Hamilton, mentre l’altra Mercedes di George Russell è rimasta indietro per aver fatto il pit-stop poco prima della prima bandiera rossa, subendo poi un guasto tecnico.

Valutando il ritmo della Mercedes e se pensasse che potessero rappresentare una sfida per la Red Bull, Horner ha aggiunto: “Credo che abbiamo ottenuto un vantaggio di 10 secondi e poi lo abbiamo gestito su Lewis. Max ha dovuto superare Lewis.

“Le due Mercedes sono partite velocemente, entrambe molto aggressive al primo giro, con Max che ha mostrato grande pazienza per non rimanere coinvolto, poi hanno cominciato a provare a superarsi a vicenda.

“Poi hanno fatto il pit stop a George, poi è uscita la bandiera rossa e poi è stata una lotta diretta tra Max e Lewis, ed è stato molto facile per lui. Era una questione di controllare la gara da quel momento in poi”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Le Migliore Offerte
OFFERTA DI BENVENUTO
50 Free Spin Book of Ra + 100% fino a 500€ + 300 Free Spin
10.0
OFFERTA DI BENVENUTO
20€ Bonus Gratis + 500€ Bonus Benvenuto
9.8
OFFERTA DI BENVENUTO
300 Free Spin + Bonus 1.315€
9.7
OFFERTA DI BENVENUTO
Bonus 100% fino a 200€
9.7
OFFERTA DI BENVENUTO
225 Free Spin + fino a 1.000€ Bonus
9.5
OFFERTA DI BENVENUTO
50 Free Spin + 100% fino a 500€ + 200 Free Spin Extra
9.4
 
Notizie correlate
Le Migliore Offerte
OFFERTA DI BENVENUTO
50 Free Spin Book of Ra + 100% fino a 500€ + 300 Free Spin
10.0
OFFERTA DI BENVENUTO
20€ Bonus Gratis + 500€ Bonus Benvenuto
9.8
OFFERTA DI BENVENUTO
300 Free Spin + Bonus 1.315€
9.7
OFFERTA DI BENVENUTO
Bonus 100% fino a 200€
9.7
OFFERTA DI BENVENUTO
225 Free Spin + fino a 1.000€ Bonus
9.5
OFFERTA DI BENVENUTO
50 Free Spin + 100% fino a 500€ + 200 Free Spin Extra
9.4
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com