Tue, April 18, 2023

Milan pareggia 1-1 con il Bologna al San Siro

Dopo una buona prestazione contro il Napoli nel primo turno dei quarti di finale della Champions League, lo staff di Stefano Pioli si è concentrato nuovamente sulla Serie A e sulla lotta per un posto nei primi quattro.

Nonostante l’importanza di raggiungere la competizione europea di club più prestigiosa della prossima stagione, Pioli ha deciso di fare 10 cambi rispetto ai giocatori che avevano iniziato la partita contro il Napoli, una scelta rischiosa data la mancanza di continuità della squadra in campionato dall’inizio dell’anno.

Per peggiorare le cose, a Bologna sono bastati solo 33 secondi per aprire il punteggio con Sansone, rendendo la scelta del mister ancora più insensata, ma la squadra si è ripresa e ha pareggiato meritatamente grazie a Tommaso Pobega.

Purtroppo, gli sforzi del Milan nel secondo tempo non sono stati sufficienti per superare il Bologna e il punteggio è rimasto sul 1-1 con altri punti cruciali persi, nonostante l’ingresso in campo di alcuni titolari. Ecco cinque cose che abbiamo imparato…

Non valeva il rischio Sebbene sarebbe incredibile per il Milan raggiungere le semifinali della

Champions League sia dal punto di vista finanziario che della soddisfazione sportiva, sembra che la scommessa di Pioli di cambiare tutta la formazione titolare, escluso Maignan, non sia stata giustificata.

In realtà, è vero che il Milan ha avuto un sorteggio favorevole in Champions League, evitando squadre come Manchester City, Bayern Monaco e Real Madrid, migliorando così le possibilità dei Rossoneri di raggiungere la finale.

Tuttavia, per una squadra che non ha una profondità di rosa adeguata e che deve ancora costruire una squadra che alla fine possa competere con le grandi squadre europee, è vitale che il Milan giochi costantemente in Champions League.

La decisione di Pioli di concentrarsi così pesantemente sull’Europa non è giustificabile e, francamente, deve ringraziare l’Inter per il fatto che la sua squadra sia ancora nei primi quattro dopo una stagione 2023 peggiore della media.

In futuro, Pioli deve far giocare alcuni dei suoi giocatori chiave. Dobbiamo almeno dare credito al coraggio di fare tutti questi cambi, specialmente dato che la prestazione non è stata necessariamente la peggiore contro una squadra in forma.

Tuttavia, una tale massiccia rotazione non era ciò di cui aveva bisogno il Milan e sembrava che la partita potesse essere vinta con alcuni titolari in campo.

Delusione belga Forse la rotazione avrebbe potuto funzionare meglio se Origi e De Ketelaere avessero deciso di presentarsi allo Stadio Renato Dall’Ara

Abbiamo parlato abbastanza del duo, ma continuano a deludere e non sembra poter andare meglio, soprattutto per Origi.

Nonostante tutta l’esperienza che ha e il fatto che dovrebbe essere nei suoi anni migliori, Origi sembra un giocatore che non è neanche al livello degli attaccanti delle squadre nella metà inferiore della Serie A.

È assurdo quanto sia inutile per la sua squadra, non avendo avuto un solo momento positivo da mesi. Il fatto che stia ricevendo minuti mette in luce la scarsa profondità della rosa del Milan, mentre persino Ibrahimovic ha giocato da titolare quando era in forma.

Il suo connazionale De Keteleare è stato quasi un fantasma per tutta questa stagione, escluse alcune fasi molto promettenti all’inizio dopo il suo arrivo.

Gli è stata data la possibilità di partire contro il Bologna, la squadra contro cui ha il suo unico contributo gol, ma non ha prodotto nulla di degno di nota. Ha completato 12/12 passaggi tentati ma dovrebbe essere una preoccupazione: tutti i suoi passaggi erano sicuri e per lo più all’indietro, senza creatività o fiducia.

Altalena a centrocampo Il centrocampo sperimentale non sembrava così brutto come poteva sembrare sulla carta, anche se in sé è stato altalenante

Pobega sembrava molto buono anche se ha avuto qualche passaggio sbagliato, la sua prestazione e il gol che ha segnato sono stati sufficienti per fargli vincere il premio di Man of the Match nei nostri voti post-partita.

Ha avuto alcuni momenti difensivi molto buoni e ha segnato un bel gol da lunga distanza. Nel secondo tempo, con l’introduzione di Leao e Diaz, Pobega ha anche fornito alcuni bei passaggi per il portoghese e nel complesso ha giocato una partita decente al centro del campo.

Il suo compagno, Vranckx, ha avuto una prestazione più mista, sembrava davvero buono a volte quando era calmo e riusciva a girarsi e dribblare fuori dai guai.

Sfortunatamente, cercando di fare qualcosa, ha perso la palla in alcune occasioni, ma il problema più grande è che anche se manteneva il possesso, aveva difficoltà a essere creativo e la sua capacità decisionale non era eccellente.

È stato lontano da un disastro e l’aspetto positivo è che aveva fiducia nelle sue qualità per provare cose nuove, anche se servono ulteriori passi avanti per convincere la dirigenza a firmarlo in modo permanente.

Troppo poco, troppo tardi Nonostante l’orribile inizio, il Milan è riuscito a tornare in partita, pareggiare e avere il sopravvento verso la fine del primo tempo

In quel momento, con De Keteleare, Origi e Rebic in difficoltà, Pioli avrebbe dovuto avere l’opportunità di gettare nella mischia giocatori come Leao e Diaz per cercare di mettere pressione sul Bologna e andare avanti.

Tuttavia, l’allenatore ha fatto l’opposto, aspettando fino al sessantesimo minuto per sostituire Saelemaekers con Messias, che in realtà era il migliore dei quattro in attacco.

Poi, al 70° minuto, ha introdotto Diaz e Leao, che hanno finalmente aggiunto un po’ di verve all’attacco del Milan, mentre i Rossoneri si avvicinavano sempre di più al gol, ma purtroppo i 20 minuti a disposizione non sono stati sufficienti per far vincere alla squadra i tre punti.

L’XI sperimentale di Pioli ha giocato una buona prima metà di partita, ma aveva bisogno di qualcosa in più per segnare il prossimo gol e lui non è riuscito a reagire in tempo

Deludente la prestazione di Florenzi Alessandro Florenzi ha iniziato sulla fascia destra della difesa, ma non è riuscito a fare la differenza in avanti ed è stato spesso battuto in difesa poiché chiaramente manca di velocità per giocare sulla fascia.

Quando si è trovato in buone posizioni, la sua esecuzione lo ha tradito ed è stato sostituito dopo 60 minuti, sostituito da Calabria. L’ex giocatore della Roma ha avuto problemi con gli infortuni, quindi è normale che non sia al massimo della forma, ma sarà interessante vedere se sarà confermato anche nella prossima stagione.

Attualmente è chiaramente molto indietro rispetto a Calabria o Kalulu e non può essere affidabile per le partite importanti. Quindi se la dirigenza è alla ricerca di un sostituto per Theo Hernandez, potrebbe anche voler considerare un vice per il lato destro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Dopo una buona prestazione contro il Napoli nel primo turno dei quarti di finale della Champions League, lo staff di Stefano Pioli si è concentrato nuovamente sulla Serie A e sulla lotta per un posto nei primi quattro.

I migliori siti di gioco d'azzardo online in Italia

10.0
#1 IN ITALIA
Gioco Digitale
OFFERTA DI BENVENUTO
50 Free Spin Book of Ra + 100% fino a 500€ + 300 Free Spin
9.8
PIÙ POPOLARE
888
OFFERTA DI BENVENUTO
20€ Bonus Gratis + 500€ Bonus Benvenuto
9.7
LIBRO SPORTIVO DELL'ANNO
Bwin
OFFERTA DI BENVENUTO
Bonus 100% fino a 200€
9.7
Eurobet
OFFERTA DI BENVENUTO
300 Free Spin + Bonus 1.315€
9.5
LeoVegas
OFFERTA DI BENVENUTO
225 Free Spin + fino a 1.000€ Bonus
9.4
Betway
OFFERTA DI BENVENUTO
50 Free Spin + 100% fino a 500€ + 200 Free Spin Extra

Per peggiorare le cose, a Bologna sono bastati solo 33 secondi per aprire il punteggio con Sansone, rendendo la scelta del mister ancora più insensata, ma la squadra si è ripresa e ha pareggiato meritatamente grazie a Tommaso Pobega.

Purtroppo, gli sforzi del Milan nel secondo tempo non sono stati sufficienti per superare il Bologna e il punteggio è rimasto sul 1-1 con altri punti cruciali persi, nonostante l’ingresso in campo di alcuni titolari. Ecco cinque cose che abbiamo imparato…

Non valeva il rischio Sebbene sarebbe incredibile per il Milan raggiungere le semifinali della

Champions League sia dal punto di vista finanziario che della soddisfazione sportiva, sembra che la scommessa di Pioli di cambiare tutta la formazione titolare, escluso Maignan, non sia stata giustificata.

In realtà, è vero che il Milan ha avuto un sorteggio favorevole in Champions League, evitando squadre come Manchester City, Bayern Monaco e Real Madrid, migliorando così le possibilità dei Rossoneri di raggiungere la finale.

Tuttavia, per una squadra che non ha una profondità di rosa adeguata e che deve ancora costruire una squadra che alla fine possa competere con le grandi squadre europee, è vitale che il Milan giochi costantemente in Champions League.

La decisione di Pioli di concentrarsi così pesantemente sull’Europa non è giustificabile e, francamente, deve ringraziare l’Inter per il fatto che la sua squadra sia ancora nei primi quattro dopo una stagione 2023 peggiore della media.

In futuro, Pioli deve far giocare alcuni dei suoi giocatori chiave. Dobbiamo almeno dare credito al coraggio di fare tutti questi cambi, specialmente dato che la prestazione non è stata necessariamente la peggiore contro una squadra in forma.

Tuttavia, una tale massiccia rotazione non era ciò di cui aveva bisogno il Milan e sembrava che la partita potesse essere vinta con alcuni titolari in campo.

Delusione belga Forse la rotazione avrebbe potuto funzionare meglio se Origi e De Ketelaere avessero deciso di presentarsi allo Stadio Renato Dall’Ara

Abbiamo parlato abbastanza del duo, ma continuano a deludere e non sembra poter andare meglio, soprattutto per Origi.

Nonostante tutta l’esperienza che ha e il fatto che dovrebbe essere nei suoi anni migliori, Origi sembra un giocatore che non è neanche al livello degli attaccanti delle squadre nella metà inferiore della Serie A.

È assurdo quanto sia inutile per la sua squadra, non avendo avuto un solo momento positivo da mesi. Il fatto che stia ricevendo minuti mette in luce la scarsa profondità della rosa del Milan, mentre persino Ibrahimovic ha giocato da titolare quando era in forma.

Il suo connazionale De Keteleare è stato quasi un fantasma per tutta questa stagione, escluse alcune fasi molto promettenti all’inizio dopo il suo arrivo.

Gli è stata data la possibilità di partire contro il Bologna, la squadra contro cui ha il suo unico contributo gol, ma non ha prodotto nulla di degno di nota. Ha completato 12/12 passaggi tentati ma dovrebbe essere una preoccupazione: tutti i suoi passaggi erano sicuri e per lo più all’indietro, senza creatività o fiducia.

Altalena a centrocampo Il centrocampo sperimentale non sembrava così brutto come poteva sembrare sulla carta, anche se in sé è stato altalenante

Pobega sembrava molto buono anche se ha avuto qualche passaggio sbagliato, la sua prestazione e il gol che ha segnato sono stati sufficienti per fargli vincere il premio di Man of the Match nei nostri voti post-partita.

Ha avuto alcuni momenti difensivi molto buoni e ha segnato un bel gol da lunga distanza. Nel secondo tempo, con l’introduzione di Leao e Diaz, Pobega ha anche fornito alcuni bei passaggi per il portoghese e nel complesso ha giocato una partita decente al centro del campo.

Il suo compagno, Vranckx, ha avuto una prestazione più mista, sembrava davvero buono a volte quando era calmo e riusciva a girarsi e dribblare fuori dai guai.

Sfortunatamente, cercando di fare qualcosa, ha perso la palla in alcune occasioni, ma il problema più grande è che anche se manteneva il possesso, aveva difficoltà a essere creativo e la sua capacità decisionale non era eccellente.

È stato lontano da un disastro e l’aspetto positivo è che aveva fiducia nelle sue qualità per provare cose nuove, anche se servono ulteriori passi avanti per convincere la dirigenza a firmarlo in modo permanente.

Troppo poco, troppo tardi Nonostante l’orribile inizio, il Milan è riuscito a tornare in partita, pareggiare e avere il sopravvento verso la fine del primo tempo

In quel momento, con De Keteleare, Origi e Rebic in difficoltà, Pioli avrebbe dovuto avere l’opportunità di gettare nella mischia giocatori come Leao e Diaz per cercare di mettere pressione sul Bologna e andare avanti.

Tuttavia, l’allenatore ha fatto l’opposto, aspettando fino al sessantesimo minuto per sostituire Saelemaekers con Messias, che in realtà era il migliore dei quattro in attacco.

Poi, al 70° minuto, ha introdotto Diaz e Leao, che hanno finalmente aggiunto un po’ di verve all’attacco del Milan, mentre i Rossoneri si avvicinavano sempre di più al gol, ma purtroppo i 20 minuti a disposizione non sono stati sufficienti per far vincere alla squadra i tre punti.

L’XI sperimentale di Pioli ha giocato una buona prima metà di partita, ma aveva bisogno di qualcosa in più per segnare il prossimo gol e lui non è riuscito a reagire in tempo

Deludente la prestazione di Florenzi Alessandro Florenzi ha iniziato sulla fascia destra della difesa, ma non è riuscito a fare la differenza in avanti ed è stato spesso battuto in difesa poiché chiaramente manca di velocità per giocare sulla fascia.

Quando si è trovato in buone posizioni, la sua esecuzione lo ha tradito ed è stato sostituito dopo 60 minuti, sostituito da Calabria. L’ex giocatore della Roma ha avuto problemi con gli infortuni, quindi è normale che non sia al massimo della forma, ma sarà interessante vedere se sarà confermato anche nella prossima stagione.

Attualmente è chiaramente molto indietro rispetto a Calabria o Kalulu e non può essere affidabile per le partite importanti. Quindi se la dirigenza è alla ricerca di un sostituto per Theo Hernandez, potrebbe anche voler considerare un vice per il lato destro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Le Migliore Offerte
OFFERTA DI BENVENUTO
50 Free Spin Book of Ra + 100% fino a 500€ + 300 Free Spin
10.0
OFFERTA DI BENVENUTO
20€ Bonus Gratis + 500€ Bonus Benvenuto
9.8
OFFERTA DI BENVENUTO
300 Free Spin + Bonus 1.315€
9.7
OFFERTA DI BENVENUTO
Bonus 100% fino a 200€
9.7
OFFERTA DI BENVENUTO
225 Free Spin + fino a 1.000€ Bonus
9.5
OFFERTA DI BENVENUTO
50 Free Spin + 100% fino a 500€ + 200 Free Spin Extra
9.4
 
Notizie correlate
Le Migliore Offerte
OFFERTA DI BENVENUTO
50 Free Spin Book of Ra + 100% fino a 500€ + 300 Free Spin
10.0
OFFERTA DI BENVENUTO
20€ Bonus Gratis + 500€ Bonus Benvenuto
9.8
OFFERTA DI BENVENUTO
300 Free Spin + Bonus 1.315€
9.7
OFFERTA DI BENVENUTO
Bonus 100% fino a 200€
9.7
OFFERTA DI BENVENUTO
225 Free Spin + fino a 1.000€ Bonus
9.5
OFFERTA DI BENVENUTO
50 Free Spin + 100% fino a 500€ + 200 Free Spin Extra
9.4
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com